.
Annunci online

Maralai
Le cose che non sai (ilblogdimarionanni)


Diario


17 aprile 2016

Manette referendarie

Manette referendarie

povero scemo! la legge punisce il pubblico ufficiale o l'incaricato di pubblico servizio che "costringe" oppure "induce" il singolo cittadino a non votare. cioè viene punito chi impedisce il prossimo dell'esercizio del diritto di voto, non chi sostiene che l'astensione ad un referendum è costituzionalmente legittima. adesso ci mancano la manette, i manettari o i piemme a merdificare il diritto di votare come czz ci pare!(ediRenzinonmenesbattenulla).
Maralai

(mn)

Share: Ho appena denunciato Renzi per reato di induzione all’astensione: pena da 6 mesi a 3 anni. #referendum #Renzigohome Ho appena denunciato alla Procura…
ancorafischia.altervista.org




permalink | inviato da Maralai il 17/4/2016 alle 5:31 | Leggi i commenti e commenta questo postcommenti (0) | Versione per la stampa


16 aprile 2016

Astensione responsabile

Astensione responsabile

E' la soluzione piu' saggia; peccato che il centro destra FI e Lega non l'abbiano fatta propria. Non abbiano segnato la distanza dagli avanzi di altri quesiti referendari cancellati dalla Corte. E' rimasto in piedi quello più stupido; quello che riguarda le piattaforme in esercizio; se lasciarle in vita sino all'esaurimento del giacimento oppure soltanto sino alla scadenza temporale delle autorizzazioni.

Sembra un referendum vendicativo, capace, in ogni caso di mandare a casa migliaia di lavoratori e indebolire le nostre (nel senso dell'Italia) risorse energetiche. Premesso che nell'ambito delle 12 miglia marine non è più ammesso installare trivelle, allora una forza politica di governo deve sapere governare la fattispecie estrattiva consentita e non metterla al bando.

E' un referendum non voluto dal centrodestraliberale e allora il ragionamento da tenere doveva essere più o meno di questo tenore: non mi ci vedo non mi ci metto.E'un referendum bufala, con effetto boomerang.
Maralai
(mn)


Per il referendum sulle trivelle ci sono tre scelte. Non due, come una certa propaganda vuole far credere




permalink | inviato da Maralai il 16/4/2016 alle 21:23 | Leggi i commenti e commenta questo postcommenti (0) | Versione per la stampa


16 aprile 2016

Renzi stradomina;il Cdx allo sbaraglio

Renzi stradomina; il Cdx allo sbaraglio

caro Ostellino, in parte lo fa capire anche l'articolo ma se Renzi stra domina la scena è perchè non ha avversari e nessuno ha impedito un percorso politico vistosamente illiberale che dal 2011 a questa parte ha portato Renzi a fare il buono e il cattivo tempo.

il centrodestra non ha difeso le sue riforme e non ha portato a termine quelle promesse. ora s'intorta sul SI di un referendum bufala e non dimostra cultura di governo perchè le trivelle si governano, non si abiurano. altro che votare SI! doveva starsene fuori e difendere la costituzionalità dell'astensione.

sulla riforma della costituzione ma come si fa a non votare una riforma che rompe il bicameralismo perfetto e riporta il senato a cento senatori e neppure retribuiti(in quanto retribuiti dagli enti di provenienza), e le province sradicate dalla costituzione? mi direte che non ci sarà selezione dei senatori; ma perchè adesso sono selezionati? chi ha votato Razzi, Cilipoti (rispetto per la persona), De Gregorio, tutti i voltagabbana e qualche altro che conosco anche personalmente? come fa il Popolo a sciupare una ghiotta occasione di non votare una riforma che fa strame della classe politica?

e sull'Italicum che fa il centrodestra FI Lega compresa? si ricompatta per affrontare la sfida? si riaggrega in un'unica bandiera delle libertà, se non in un unico partito? svegliatevi tutti nel centrodestraliberale dei blablablaba. sarà colpa di Renzi se Silvio Berlusconi, Matteo Salvini Giorgia Meloni vanno a briglie sciolte come dei dilettanti allo sbaraglio sicurissimi di perdere?

Maralai




permalink | inviato da Maralai il 16/4/2016 alle 21:21 | Leggi i commenti e commenta questo postcommenti (0) | Versione per la stampa


16 aprile 2016

Giu le mani dal referendum

Giù le mani dal referendum

credo che questa tornata referendaria, alla corte dei partiti lascerà molte macerie, specie se vincono i si. perchè in questo caso si scanneranno per la primogenitura della vittoria. già li vedo i 5stelle a contendersi la vittoria con FI e la Lega. stesso dicasi se dovessero affermarsi i no. che farà litigare ancora di più i perdenti. macerie al cubo se le astensioni sgambetteranno tutti, facendo fallire la trovata referendaria.

macerie, dicevo; perchè il referendum non è contro il governo di turno e neppure in suo favore. il referendum ha uno specifico quesito: le trivelle entro le dodici miglia marine dovranno cessare l'attività alla scadenza temporale delle concessioni oppure potranno continuare sino all'esaurimento del giacimento. chi vuole ora dare spallate al governo, ha mancato clamorosamente di darle perchè un governo non eletto, neppure nascesse.

considero anche atto di supponenza se non di prevaricazione quando i capi partito affermano che "noi siamo per il...". parlate per voi, non per noi.

giù le mani dal referendum specie se avete rispetto del cittadino e della costituzione che all'art. 75 statuisce: "hanno diritto tutti i cittadini chiamati ad eleggere la camera dei deputati". per dire che il referendum è un diritto (non un dovere, meno che mai un obbligo) specifico dei cittadini maggiorenni al voto politico, senza patronati o baronati a condizionarne le scelte.

Maralai




permalink | inviato da Maralai il 16/4/2016 alle 21:18 | Leggi i commenti e commenta questo postcommenti (0) | Versione per la stampa


16 aprile 2016

Perchè disertare le urne

disertare le urne

l'astensione ad un quesito referendario fasullo e con quorum, non la si chiede; la si considera come una opzione tra quelle del Si e del No del diritto di voto.

Maralai
^^^

Referendum trivelle di domenica,
perché disertare le urne

di Angelo Panebianco

«Si può non votare: in queste condizioni, chiunque sia contrario a fermare le trivelle ha il diritto di non andare a votare, anche perché i nemici dell’astensione voteranno sì»

Evitiamo le ipocrisie: il risultato del referendum sulle trivelle di domenica dipende solo dal quorum. Se il quorum non ci sarà, fine dei giochi. Se ci sarà, i «sì» (stra)vinceranno. La ragione è semplice: tutti i fautori del «sì» voteranno, i fautori del «no», invece, si divideranno fra votanti e astenuti. In queste condizioni, chiunque sia contrario a fermare le trivelle ha, secondo chi scrive, il diritto di astenersi.

La controprova è che la schiacciante maggioranza dei nemici dell’astensione è favorevole al «sì». Se si considera poi che molti fautori del «sì» sono disinteressati al quesito (come ha osservato Pierluigi Battista sul Corriere di ieri) ma vogliono solo prendersela con il governo, è tanto più saggio «chiamarsi fuori», astenersi. È questa un’opinione, come si vede, opposta a quella sostenuta pochi giorni fa dal presidente della Corte costituzionale Paolo Grossi.

Affrontiamo il problema generale: votare è un diritto o un dovere? Negli stati totalitari (dove si vota per il partito unico) votare è un dovere e ci sono sanzioni per chi si astiene. Nelle democrazie, invece è (o dovrebbe essere: talvolta anche gli ordinamenti democratici violano questo principio) solo un diritto. Vero è che nel nostro ordinamento il voto è trattato, con ambiguità, come un diritto-dovere. Ma si tratta di un’eredità dell’epoca autoritaria. Tanto è vero che non ci sono (più) sanzioni. Allo stesso modo erano eredità di quell’epoca le altissime percentuali di voto che caratterizzavano le elezioni quando c’erano i partiti di massa. Quelle percentuali, oltre che dalla capacità di mobilitazione di quei partiti, dipendevano dalla memoria storica: erano un’impronta lasciata dall’autoritarismo del passato.

Certo, poi, ciascuno deve essere libero di pensarla come gli pare. Se lo credono giusto le persone hanno il diritto di ritenere che votare sia sempre dovere del buon cittadino. Ciò attiene però solo alle libere scelte deontologiche dei singoli. C’è invece un importante risvolto pratico che riguarda il votare o l’astenersi. Sia in elezioni che in referendum privi di quorum chi si astiene abdica al proprio potere di influenzare gli esiti, lascia che la decisione sia nelle mani di altri, dei votanti.

Diverso è il caso dei referendum con quorum. Con il quorum le possibilità sono tre: «sì», «no», astensione. Chi non vuole che l’astensione sia una scelta al pari delle altre due deve chiedere l’abolizione del quorum: resterebbero in campo solo i «sì» e i «no».

Altre volte, in passato, ci sono stati appelli per l’astensione in occasione di referendum. Ma allora i presidenti della Corte costituzionale non aprirono bocca. Che cosa è cambiato? È cambiata la posizione della Corte, essa sembra avere scelto un ruolo molto più attivo e intrusivo nelle vicende politiche. Ha cominciato con una sentenza (si è trattato, non solo a parere di chi scrive, di un’invasione di campo) sulla legge elettorale. Ha poi continuato con una decisione sul blocco degli stipendi degli statali che avrebbe potuto incidere pesantemente sulla politica economica e di bilancio. Adesso prosegue con le dichiarazioni del suo presidente sul referendum di domenica.

Si capisce quale sia la causa di questo cambiamento. Per anni, abbiamo avuto una politica rappresentativa debole e delegittimata. Ciò ha consentito a vari corpi e istituzioni di conquistare spazi a scapito della politica. Ma c’è un ma, al quale non dovrebbero essere insensibili i giudici costituzionali. Il prestigio della Corte è alto se essa è percepita come un’istituzione che sta al di fuori della lotta politica. Se quella percezione cambia, la Corte diventa attaccabile come chiunque altro. E, alla fine, il prestigio si indebolisce assai. Non conviene alle istituzioni e non fa bene alla democrazia.






permalink | inviato da Maralai il 16/4/2016 alle 21:15 | Leggi i commenti e commenta questo postcommenti (0) | Versione per la stampa


16 aprile 2016

L'astensione tra diritto e dovere

l'astensione tra diritto e dovere

no Emiliano, così non va. l'altra mattina in tv hai dichiarato che la prescrizione va soppressa ed anche (tocchiamo ferro ed altro) che il governo potrebbe emanare decreti per sospendere le prescrizioni in scadenza per tenere in vita singoli processi(che così non vanno in prescrizione neppure dopo cent'anni di martirio). ossia che i magistrati possano massacrare a piacimento i cittadini. senza che la Rivetto di FI ti abbia sbranato.

oggi cosa mi vai a dichiarare sul referendum minkiata sulle trivellazioni mirate? che "il voto è un dovere". ma fammi il piacere; lo so che sei stato anche pragmatico perchè forse intendevi dire un obbligo.

no il voto in se è un diritto, è soltanto quello in te(e in voi) che diventa un obbligo. perchè il diritto ricomprende tutte le condotte che riguardano l'ampia sfera decisionale dei cittadini. tra qui quella dell'astensione, specie su un referendum stupido e basato sul quorum.

l'astensione, quindi, proprio per prendere le distanze dal quesito referendario e da chi lo vuole trasformare in un pregnante dovere morale del cittadino.

Maralai




permalink | inviato da Maralai il 16/4/2016 alle 21:14 | Leggi i commenti e commenta questo postcommenti (0) | Versione per la stampa


16 aprile 2016

L'Onu delira

L'Onu delira

L'Onu lancia l'allarme? Sara' mica colpa nostra se lAfrica si sta riversando in Europa? Ci dica almeno cosa fare: scappare (da casa nostra), accogliere oppure reagire? Forse l'Onu si e' svegliato di soprassalto da un sonno profondo e che fa adesso, va in delirio?

Maralai

Migranti: ecco cosa accadrà nei prossimi mesi




permalink | inviato da Maralai il 16/4/2016 alle 21:12 | Leggi i commenti e commenta questo postcommenti (0) | Versione per la stampa


27 marzo 2016

Buona Pasqua a tutti

 Buona Pasqua a tutti, amiche e amici.


Risultati immagini per simboli della pasqua

la dedica è laica:

Il Volo - O sole mio - YouTube

https://www.youtube.com/watch?v=ZWS2UqN1CMc




permalink | inviato da Maralai il 27/3/2016 alle 6:56 | Leggi i commenti e commenta questo postcommenti (0) | Versione per la stampa


4 marzo 2016

L'Italia entra in guerra con l'arma di distrazione di massa!

L'Italia entra in guerra con l'arma della distrazione di massa!

Intanto le armi di distrazione di massa vengono sperimentate tra di noi; la Cirinnà, il figlio acquistato da Vendola come delle sementi a prezzo d'oro dalla Ingegnoli, le cretinate della Innocenzi che tratta il suo utero come fosse un trattore a conto terzi, e così ci voltiamo dall'altra parte, non per esempio guardiamo verso Sigonella, dove 5000(cinquemila) Soldati italiani attendono il via per entrare in azione corpo a corpo in Libia.

Renzi assicura:"noi non ci pensiamo proprio". Mapperò inviamo Droni o ne consentiamo l'invio dal nostro Territorio non si sa per fare che sui cieli infuocati della Libia. Però gli americani(e non l'ONU, brutti criminali) lusingano il nostro Paese per avere il comando delle Forze Supreme per dare la caccia all'Isis, che gli americani medesimi hanno foraggiato fino all'arrivo miracoloso di Putin.Con la guida bellica l'Italia rischia di infognarsi sino in fondo. Spero che Renzi non si faccia prendere per il cxlo da Obama.

Non si capisce perchè l'Onu resta in penombra. Non si capisce perchè parla Obama e non quel nulla facente del segretario generale dell'Onu Ban Chi Moon!

Ecco la mia domanda: ma l'articolo 11 della costituzione cosa è stato, bruciato? Non li ricordiamo più quei tremilioni in piazza H24 a contestare i guerrafondai nel nome del ripudio costituzionale della guerra? E gli arcobalenisti di tutte le fregnacce? E i se non ora quando? e i pacifinti? Tutti morti? E la sinistra anche la più ecologista e pacifista, anche lei in casinu(come dicono in Cina)?

Ora che è Obama a suonare le danze con il violino del premio Nobel(proprio per la pace), ora che è lui a richiamarci in guerra, tutti a dimenticare gli antichi precetti?

Vai Enrico, ricordaglielo tu ai troppi smemorati se i primi precetti possono essere così, scompostamente, calpestati.

Maralai

https://www.youtube.com/watch?v=E8424R4v1FQ




permalink | inviato da Maralai il 4/3/2016 alle 21:24 | Leggi i commenti e commenta questo postcommenti (0) | Versione per la stampa


4 marzo 2016

Invasioni benefiche

Invasioni benefiche

No, caro Francesco, le invasioni incutono ansia e se tu fai capire che sono pure benefiche va a finire che nel Cupolone non tarderà a sventolare la Mezzaluna. Quelli ci stanno già pensando e i segnali che arrivano non lasciano dubbi. Ci tengono proprio. Okkio, Santo Padre che c'è già tanto casino nei paraggi!

Maralai.

Le parole del Papa fanno discutere




permalink | inviato da Maralai il 4/3/2016 alle 21:21 | Leggi i commenti e commenta questo postcommenti (0) | Versione per la stampa


4 marzo 2016

La Cirinnà e la Innocenzi

La Cirinnà e la Innocenzi

Colpa anche della Innocenzi se il giudizio è sprezzante. La Cirinnà ha rotto le barriere, ha aperto la strada alla barbarie e Vendola compie una provocazione violenta, oltreché un reato, da far ricredere molti di avere pensato che in astratto il nuovo istituto sulle unioni civili fosse una messa a punto del diritto al passo con i tempi e non foriero di deliri incontrollabili come la sciocca, la stupida provocazione della Innocenzi, dimostra.

Maralai

Giulia Innocenzi

Se mia sorella, una mia cara amica o amico, avessero un giorno bisogno della maternità surrogata, mi offrirei. Sarebbe un grandissimo gesto d'amore che arricchirebbe le nostre vite e le nostre famiglie, in continua evoluzione.
Ma in Italia non si può. Li mandiamo in un paese asiatico, dove la donna sarebbe effettivamente sfruttata in quanto disperata?
REGOLAMENTARE E' L'UNICA SOLUZIONE!




permalink | inviato da Maralai il 4/3/2016 alle 21:20 | Leggi i commenti e commenta questo postcommenti (0) | Versione per la stampa


1 marzo 2016

Sorpasso a destra: crollo del Pd dopo la Cirinnà




Immagine per il risultato di tipo notizie



Screenshot_4

Altro scenario inedito: il Centrodestra, per la prima volta, è primo nella corsa per andare al ballottaggio.





permalink | inviato da Maralai il 1/3/2016 alle 7:27 | Leggi i commenti e commenta questo postcommenti (0) | Versione per la stampa


14 febbraio 2016

Traballa la chiesa dei super vescovi

Traballa la chiesa dei super vescovi.

clima è di quelli da far pensare e temere che si vuole chiudere la bocca anche alla chiesa su questioni di forte turbamento delle coscienze. e se si litiga pure tra vescovi vuol dire che la mala erba dell'ideologia prevaricatrice s'è infilata dentro la chiesa.

tuttavia li ricordiamo entrambi, i super vescovi, Galantino e Bagnasco anche a dolersi dell'assoluzione di Berlusconi e a crocifiggerlo "politicamente". adesso la chiesa paga lo scotto di essersi schierata politicamente, di essersi spinta oltre il suo ruolo terzo ed ora si trova intrappolata nella palude dell'orrore di temere di difendere persino il suo credo religioso. quel credo che alla Chiesa è proprio di pretendere che il parlamento voti secondo coscienza e non secondo ideologia.

per troppo tempo ci ha lasciato soli a difendere presepi e crocefissi, recite natalizie e famiglia tradizionale da farci apparire non difensori delle libertà ma fanatici del culto religioso. ma se si difende la libertà con quell'"ardimento" vuol dire che la libertà è alla deriva.

nel sentimento smarrito sugli orizzonti della religione cattolica albeggia il pessimismo, tra previsione e timore; che l'Islam ci "salverà". perchè questi vescovi ed anche certe incaute aperture di Francesco ("due grandi italiani: Napolitano e la Bonino") spingono in questa direzione e la chiesa dei super vescovi traballa(mi fermo qui https://www.youtube.com/watch?v=s4uobhC_EdE).

Maralai

(mn)

Galantino sconfessa Bagnasco




permalink | inviato da Maralai il 14/2/2016 alle 22:9 | Leggi i commenti e commenta questo postcommenti (0) | Versione per la stampa


14 febbraio 2016

Le note inevase del centrodestra sull'aggressione a Salvini

condivido e rilancio(la dichiarazione di Cappellacci). ma ad essere sincero io mi sarei aspettato una denuncia più forte, convinta e incisiva su quello che è accaduto di violento a Cagliari contro la visita di Matteo Salvini in nome dell'antifascismo militante.

non mi risulta alcuna manifestazione di solidarietà per l'alleato Salvini da parte di tutto il centrodestra; e neppure mi risulta una presa di distanza netta dai guerriglieri de sinistra da parte della giunta regionale di sinistra, anche in difesa dei sardi, della Sardegna e della loro (e nostra) conclamata "virtù" dell'ospitalità.

non mi risulta nessuna presa di posizione da parte di tutto il centrosinistra (Pigliaru, Maninchedda, che fate, vi voltate dall'altra parte?)contro la sinistra sarda tutta protesa ad accogliere profughi e clandestini ma decisa a cacciare l’avversario con la violenza e il teppismo politico di piazza.

troppo blando l'invito a rileggersi l'articolo 21 della cost. a chi la usa come maglio chiodato per distruggere l'avversario! troppe, le note inevase del centrodestra tutto sull'aggressione a Salvini!

Maralai

(mn)

Questo è l'articolo 21 della Costituzione. Visto quello che è successo questa mattina a Cagliari, suggerirei un ripasso a qualche bulletto sinistro che ha tenta...




permalink | inviato da Maralai il 14/2/2016 alle 22:6 | Leggi i commenti e commenta questo postcommenti (0) | Versione per la stampa


1 febbraio 2016

Cirinnà altolà? Meglio il referendum

Due milioni in piazza non sono una manifestazione di popolo, ma una insurrezione di popolo. Per dire no a tutto il provvedimento e non contro gli spizzichi delle adozioni o dell'utero in affitto. Gli spizzichi nascondono la paura di dire no alla proposta di legge caricata di contenuti simili alla famiglia tradizionale. Sicchè in Italia avremmo due tipi di famiglie. E chi ha spinto ideologicamente troppo sul provvedimento come le varie Boldrini non vogliono l'approvazione per avere un argomento politico di sopravvivenza vita natural durante.

Il centrodestra e tutti gli oppositori della proposta di legge, devono proporre un referendum popolare poichè il governo Renzi con i lestofanti voltagabbana e il M5Stampelle possono approvarlo tranquillamente. Dare libertà di coscienza nel voto parlamentare a chi coscienza non ha è deleterio. Basterebbe ascoltare la dichiarazione di intenti di Bondi, il poeta di Berlusconi, ora poeta di Renzi per capire a che punto è arrivato il trasformismo intollerabile della politica italiana.

Questa maggioranza, pur di non rischiare la poltrona, voterebbe anche per la stricnina al Paese. Il referendum sottrarrebbe l’incombenza a questo governo (Renzi doveva restarci cento giorni, non cento anni!) arrivato dall’intrigo internazionale e nazionale del 2011; mentre darebbe voce alla stragrande maggioranza degli italiani strafottuta e persino insultata da un provvedimento che ha già gettato nel panico la società italiana.

Le Unioni Civili sono volte a sanare diritti di coloro che si vogliono organizzare civilmente la loro esistenza, il loro rapporto con il prossimo e con lo stato. Ciò è aspirazione legittima e lo stato non può prevaricare. Meno che mai discriminare.

Ma la Cirinnà introduce altro, molto altro come istituti persino non facilmente comprensibili come le adozioni generalizzate, adozioni a prescindere e l'utero per conto terzi. Ne ha ben donde perciò il Popolo di sentirsi frastornato e di porsi tre milioni di interrogativi tra vizi, giudizi e pregiudizi; e che soltanto il Popolo Sovrano deve avere la potestà di decidere. Non un governo abusivo e una democrazia sospesa! Ecco perché il referendum!

Maralai

(mn)

L'arcivescovo di Campobasso striglia i colleghi assenti al Family Day




permalink | inviato da Maralai il 1/2/2016 alle 7:10 | Leggi i commenti e commenta questo postcommenti (0) | Versione per la stampa


28 gennaio 2016

L'Italia al preburqa!

Preburqa Italia!

Il Giornale

Il commento di Vittorio Sgarbi




permalink | inviato da Maralai il 28/1/2016 alle 7:56 | Leggi i commenti e commenta questo postcommenti (0) | Versione per la stampa


28 gennaio 2016

Segno più per il centrodestra, a Ballarò.

Segno più per tutto il centrodestra(Lega-FI e Fratelli d'Italia), compresi Udc e NCD; mentre segno meno per TUTTO il centrosinistra e la sinistra intera. Segno meno anche per il M5Stampelle!

M

Ballarò ha aggiunto 2 nuove foto.

Sondaggio Ballarò - Chi voterebbe oggi?




permalink | inviato da Maralai il 28/1/2016 alle 7:53 | Leggi i commenti e commenta questo postcommenti (0) | Versione per la stampa


26 gennaio 2016

La spunta il comitato; anche alla Baronia l'acqua di fonte!

Comunicazione di servizio(per una piccola porzione della Sardegna).

Storie regionali di acque inquinate che vanno ai rubinetti (benchè con i processi di complesse depurazioni)e di acque di fonte che si disperdono nel fiume. E di un Comitato Civico ("Abba Vona"-Acqua Buona) che rappresenta le istanze legittime di cinque comuni (della baronia di Orosei ) che esigono l'acqua di fonte(e non di fiume) che ne ha raddrizzato le sorti e messo in riga il potere politico regionale che ora, dopo la tenace battaglia del Comitato Abba Vona, apre alla soluzione di un atavico dramma: che finalmente l'acqua di fonte (Sorgenti Su Gologone)sgorgherà dai i rubinetti domestici. Che oltre all'acqua buona, sia anche la volta buona che il problema venga risolto. Pazienza se l'arroganza del potere politico tende ad offuscare l'operato del motore della protesta, il Civico Comitato Abba Vona(Acqua Buona).
Maralai

(mn)
^^^

La Regione dice si all'approviggionamento idrico della ...
www.cronachenuoresi.it/…/la-regione-dice-si-allapproviggion…...
5 ore fa - Incontro decisivo tra i Sindaci del territorio e Maninchedda. L'acqua di Su Gologone potrà approvvigionare anche i comuni della bassa Baronia .




permalink | inviato da Maralai il 26/1/2016 alle 7:39 | Leggi i commenti e commenta questo postcommenti (0) | Versione per la stampa


18 gennaio 2016

Sartori:"Illusione integrare l'Islam"!

Ho appena letto il libro di Giovanni Sartori, "La corsa verso il nulla" ove esplicita in modo chiaro, dotto e particolareggiato il senso del disastro del buonismo che sta portando l'Italia all'islamizzazione. Leggendo il libro rimanevo stupito che i media, ma in particolare la Tv non avesse dato spazio alle considerazioni di Sartori, e non avesse mai aperto un dibattito pubblico sulle sue considerazioni e mai è stato invitato ad uno dei tremilata talk show che ammorbano l'informazione.

Sartori non è certamente un pensatore leghista o un esponente di destra ma dice cose che Salvini il "razzista" ripete da tempo. Consiglio la lettura del post ed anche del libro per rendere l'idea anche della dittatura che si è instaurata in Italia e in questa Europa fessa, per cui difendere le nostre identità e in nostro stile di vite occidentale e pretenderne il rispetto è diventata una bestemmia!
Maralai
(mn)


"Siamo al disastro perché ci siamo illusi di integrare l'islam" - IlGiornale.it

Giovanni Sartori, fiorentino, 91 anni (quasi 92), considerato fra i massimi esperti di scienza politica a livello internazionale, da anni è attento osservatore dei temi-chiave di oggi: immigrazione, Islam, Europa.





permalink | inviato da Maralai il 18/1/2016 alle 7:33 | Leggi i commenti e commenta questo postcommenti (0) | Versione per la stampa


18 gennaio 2016

"perchè gli islamici violentano le donne"

Uno Sgarbi impeccabile a Virus




permalink | inviato da Maralai il 18/1/2016 alle 7:21 | Leggi i commenti e commenta questo postcommenti (0) | Versione per la stampa


18 gennaio 2016

Follia Occidentale!

Follia Occidentale.

La Russia perseguitata e vessata dalle sanzioni di un'Europa e di un'America senza capo ne coda e senza neppure la necessaria autostima; lo stato canaglia liberato dalle sanzioni e autorizzato a scorribandare con l'atomica!

Maralai

"Ancora una volta Obama ha dimostrato la sua debolezza di fronte ad uno stato canaglia"




permalink | inviato da Maralai il 18/1/2016 alle 7:19 | Leggi i commenti e commenta questo postcommenti (0) | Versione per la stampa


12 gennaio 2016

sondaggio al silenziatore

è quello offerto ieri sera dal tg di Mentana, calato nel silenzio più assoluto: cala il Pd che dal 40% delle europee scende al 30. E il M5S che perde un punto netto in una sola settimana. cresce il centrodestra che supera(supererebbe, stando al sondaggio) il Pd
Maralai
Immagine per il risultato di tipo notizie
Sondaggi politici EMG del Tg La7 di lunedì 11 gennaio 2016: in calo il M5S, il Centrodestra ...




permalink | inviato da Maralai il 12/1/2016 alle 15:33 | Leggi i commenti e commenta questo postcommenti (0) | Versione per la stampa


12 gennaio 2016

Integrazione e disintegrazione di Popoli

Integrazione e disintegrazione di Popoli!

Ottimo articolo come sempre articolato e documentato, che riflette l'accadimento di un fenomeno che potrà avere risvolti non prevedibili e forse anche non facilmente governabili; quali la rivolta dei popoli europei non solo contro l'islamizzazione dell'Europa, ma soprattutto contro i governi dell'accoglienza, dell'asilo tout court e del silenzio schifoso imposto sui fatti rivoltanti come stupri di massa (derubricati al "poco rispetto delle donne da parte di uomini ubriachi") di profughi su ragazze di Colonia e di tante altre parti dell'Europa.

Credo che chi "governa", ovvero chi ha portato a questa situazione oramai caotica o chi tenta di giustificarne gli effetti devastanti abbia capito che  il Popolo identitario potrebbe insorgere proprio in nome della propria identità ferita e travolgere tutto ciò che gli passa davanti, forse anche in modo irrazionale. Allora quale migliore rimedio di disintegrarlo? Non il fenomeno, ma il Popolo.

Maralai

QUESTA NON È LA MIA VITAQuesto video, girato nel centro di Hannover nell’Ottobre scorso, mostra un corteo (pacifico!) di centinaia di mussulmani con bandiere nere e donne velate camminare sotto il ritmo ossessivo della voce di un Imam. Ascoltate i commenti fuori campo delle due donne tedesche che ri…
blog.ilgiornale.it




permalink | inviato da Maralai il 12/1/2016 alle 15:24 | Leggi i commenti e commenta questo postcommenti (0) | Versione per la stampa


12 gennaio 2016

Rivelazioni della Clinton su Gheddafi; ma noi lo sapevamo già

Rivelazioni della Clinton su Gheddafi; ma noi lo sapevamo già

ma non è che la Clinton leggesse i nostri post, i nostri blog oppure i nostri commenti di quel periodo su Il Giornale? pensate la novità; cose che sapevamo già. spero legga e che ripubblichi anche quei post o commenti cui sollecitavamo, lo supplicavamo proprio al premier Berlusconi di uscire allo scoperto, di negare le basi militari italiane agli aggressori francesi, di difendere Gheddafi anche in nome del diritto internazionale e non soltanto perchè legati con la Libia da un Trattato di reciproca solidarietà, e di rovesciare tavoli anche alla rinfusa, iniziando dal Colle, anzichè starsene a palazzo Chigi a fare la parte del pesce lesso!

Maralai

La rivelazione inedita: "C'è un sospetto inquietante"




permalink | inviato da Maralai il 12/1/2016 alle 15:21 | Leggi i commenti e commenta questo postcommenti (0) | Versione per la stampa


7 gennaio 2016

Violenza a Colonia: zitte le femministe!

E la Boldrini lodava i tedeschi:
"A Colonia vince l'accoglienza"

Colonia, i migranti le stuprano
Ma vengono "punite" le donne

l'avevamo capito anche da prima; il pericolo mondiale era il bunga bunga. e allora dai con le manifestazioni in piazza senza respiro. occorreva reprimerlo, questo rischio. le ricordiamo bene le femministe guerriere del "Se non ora quando?"; ricordiamo anche chi era il nemico da abbattere.

ricordiamo bene anche le previsioni della Boldrini sullo svuotamento dell'Africa e l'islamizzazione dell'Italia a carico nostro: "sono una risorsa per noi; salveranno il nostro sistema pensionistico; sono le avanguardie del nostro nuovo stile di vita". e che stile anche a Colonia! e che ricompensa alla Merkel che si era prodigata nella gara del buonismo disastroso dell'accoglienza senza criterio per tutta l'Europa!

ricordiamo anche gli auspici dell'europarlamentare sardo e segretario regionale del Pd, Renato Soru:"ripopoliamo l'Isola con i migranti"; proposta imbecille subito rilanciata dal presidente del consiglio regionale Sardo, Ganau, sempre Pd:"avanti, ripopoliamo l'Isola" con la migranza clandestina, intanto che il ben di Dio della gioventù sarda fugge dall'Isola per disperazione.

domando; com'è che non dovranno pagare il conto i responsabili di tanto disastro? com'è che non vengono spediti a casa? perchè le femministe e la Boldrini stanno zitte di fronte alla vergogna di Colonia?

Maralai

Ecco perché Boldrini &co. stanno zitte. Se sei d'accordo, condividi




permalink | inviato da Maralai il 7/1/2016 alle 8:47 | Leggi i commenti e commenta questo postcommenti (0) | Versione per la stampa


1 gennaio 2016

Buon 2016

Auguro di cuore a tutte le amiche e gli

amici un
 
Buon Anno

Simbolo variopinto del buon anno 2016




permalink | inviato da Maralai il 1/1/2016 alle 8:34 | Leggi i commenti e commenta questo postcommenti (0) | Versione per la stampa


26 dicembre 2015

Follie laiciste: Erode contro i Magi!

La scuola con il Natale laico:"Nessuno cresca col presepe"

Applicano la costituzione? se la interpretano a modo loro? si scrivono la "carta" autonomamente all’interno del consiglio scolastico? si leggano bene gli artt 3-7 e 8, ma lo leggano soprattutto in classe.  sono tutti soprusi di potere da sanzionare anche severamente, così come è stato severamente sanzionato un magistrato anticrocefisso. Intendiamoci;  questa non è un'ossessione per il presepe o il crocefisso anche a scuola: è una “rivolta”contro gli abusi di ufficio o di potere all’interno della scuola, ma anche legittima difesa delle nobili tradizioni. Sarebbe penoso ridurre il Natale alle sole vacanze di cui nessuno appare rinunciarvi!

La materia sulla scelta religiosa è demandata ai genitori e non certo a docenti e dirigenti scolastici. Perché sarebbe il caos se ogni insegnante o dirigente scolastico(ma vale per tutti i dipendenti dello stato)  decidessero il da farsi secondo fede od orientamento politico o religioso.

E' la riforma del Concordato(non la testa maoista di alcuni docenti) a fissare le regole sulla pratica religiosa a scuola. la riforma ultima del Concordato è del 1984 e il 2c dell'art. 9, recita;" La Repubblica italiana, riconoscendo il valore della cultura religiosa e tenendo conto che i princìpi del cattolicesimo fanno parte del patrimonio storico del popolo italiano, continuerà ad assicurare, nel quadro delle finalità della scuola, l'insegnamento della religione cattolica nelle scuole pubbliche non universitarie di ogni ordine e grado. Nel rispetto della libertà di coscienza e della responsabilità educativa dei genitori, è garantito a ciascuno il diritto di scegliere se avvalersi o non avvalersi di detto insegnamento. All'atto dell'iscrizione gli studenti o i loro genitori eserciteranno tale diritto, su richiesta dell'autorità scolastica, senza che la loro scelta possa dar luogo ad alcuna forma di discriminazione".Accordo tra la Santa Sede e la Repubblica Italiana che ...

Se lo leggano bene, lo studino proprio a memoria come le poesie del Carducci, il Concordato, per capire quanto meno che è lo stato italiano e la chiesa cattolica(indipendenti e sovrani) che concordano il modo e il metodo di approccio ai temi religiosi nelle scuole italiane, e non certo la maestra delle materne di Golfo Aranci o il dirigente scolastico di Bolzano!!

Maralai

(mn)






permalink | inviato da Maralai il 26/12/2015 alle 8:31 | Leggi i commenti e commenta questo postcommenti (0) | Versione per la stampa


25 dicembre 2015

Buon Natale a Tutti

Amiche e Amici, Buon Natale 2015 a Tutti

mn

^^^^

Vietato eliminare il Natale (anche per gli islamici)

di

Natale, un attimo di pace. Natale, periodo di riconciliazione. Oggi come ieri, per i fedeli come per i non credenti, questo momento dell’anno va ad assumere un significato trasversale, che evade la dimensione meramente religiosa: ogni Natale le famiglie si riuniscono, le persone si ritrovano in un momento staccato e lontano dalla frenesia quotidiana e dai problemi che hanno accompagnato i mesi precedenti.

Per molti è un’occasione di riflessione e di confronto con l’anno che si sta per chiudere, con le scelte che in questo arco di tempo sono state prese o subite e con le conseguenze che esse hanno avuto sulle proprie persone e sulle proprie storie.continua




permalink | inviato da Maralai il 25/12/2015 alle 9:42 | Leggi i commenti e commenta questo postcommenti (0) | Versione per la stampa


24 dicembre 2015

Rimuovere il Natale?

ma chi se ne frega! rimuovete tutto. forse sarebbe ora di abrogare anche le vacanze di Natale. non sono rispettose dello stato laico e multietnico. offendono gli ospiti, disturbano la psiche dei musulmani. poi, a sentire anche questo qua dopo le prese di posizione schizofreniche di alcuni docenti e dirigenti scolastici, ma anche preti italiani, queste feste, con presepio e babbo Natale e vacanze annesse, sono proprio una rottura di palle!

cosa non hanno fatto per depauperarne il perno religioso delle festività; hanno impedito la visita ad una scuola, di un vescovo. hanno impedito di allestire recite e presepi nella scuola. hanno anche proposto di accettare si, il crocefisso, ma con i simboli dell'Islam. poi hanno anche citato con orgoglio Don Milani - che aveva rimosso il crocefisso dal salone parrocchiale per non turbare animi laici?

ma è normale che un prete rimuova il crocefisso dal salone parrocchiale? è normale che un dirigente della Coca Cola rimuova l'insegna della Coca Cola dallo stabilimento(della Coca Cola) per non turbare la serenità della pepsi Cola?

e a proposito dei turbamenti; possibile che un magistrato che non ha tenuto udienza nell'aula del tribunale per la presenza del crocefisso è stato massacrato a colpi di sentenze, mentre per docenti e dirigenti scolastici neppure uno straccio di sanzione?Csm: rimosso il giudice anti-crocifisso - Corriere della Sera

Maralai
https://www.youtube.com/watch?v=Q1o0jNZ70uQ


Così il leader dei laburisti britannici




permalink | inviato da Maralai il 24/12/2015 alle 18:54 | Leggi i commenti e commenta questo postcommenti (0) | Versione per la stampa


24 dicembre 2015

Le frottole di Renzi sulle tasse

"Noi abbiamo eliminato l'Irap". Balle; le avete eliminate incaricando le regioni di agire autonomamente. E le regioni agiscono. Come fa la Regione Sardegna dove la giunta di sinistra, venuta fuori al mondo da uno spogliarello elettorale durato l'eternità di un mese, sta portando avanti, speditamente il suo programma che è quello di bocciare tutto quello che ha fatto (di buono) la precedente amministrazione; non per questo viene chiamata la "giunta del disfare", non del fare!

Allora dai col disfare! Bocciato perfino il piano urbanistico regionale a vantaggio dei latifondisti, per cui se la sognano la casetta in campagna i possessori di un solo ettaro(10 mila metri) di terreno. Mò (come dicono a Uras) ce ne vogliono tre di ettari(30 mila metri quadrati). E trentamila metri di terreno non è pane per i denti della "povera" gente. Ma dei latifondisti si.

Era rimasta in piedi l'altra iniziativa, quella di ripristinare l'inasprimento delle tasse su Irap e Irpef, più o meno rase al suolo dalla precedente amministrazione del centrodestra. Quindi il rullo compressore del disfare doveva demolire anche questa norma che aveva abbondantemente ridotto le tasse in un'Isola sempre più povera, sempre più disperata. Ed eccola allora, voilà(applausi!), riproposta la tagliola tassatoria, come spiega l'allegato in condivisione!

Maralai

(mn)

PIGLIARU TASSA I SARDI PER COPRIRE SUO ERRORE CONTABILE.
PRONTI AD AZIONI LEGALI CONTRO LA LEGGE-SALASSO.
Un centrosin
istra ottuso e chiuso al dialogo non ha v...




permalink | inviato da Maralai il 24/12/2015 alle 9:2 | Leggi i commenti e commenta questo postcommenti (0) | Versione per la stampa
sfoglia     marzo       
 
 




blog letto 1373552 volte
Feed RSS di questo blog Reader
Feed ATOM di questo blog Atom

COSE VARIE

Indice ultime cose
Il mio profilo

RUBRICHE

Diario

VAI A VEDERE

ilcannocchiale
mokella
clem.blogattivo.com
LiberaliPerIsraele
Traduttore
vulcanochimico
Zaneddu
penelope 1951
ritacundari


home


Mario Nanni

  Questo blog non rappresenta
una testata giornalistica;
difatti non riceve contributi dallo Stato
e non fa raccolta pubblicitaria.
Pensa e scrive a gratis.
La Direzione.
 




Avv. Andrea Nanni

 

 Via Lanusei, 29 - 09125 Cagliari

 Orosei via Nurache nr.3

3477566124

nanni.andre@gmail.com

Ugo Cappellacci

Piergiorgio Massidda


https://www.facebook.com/admaioramedia

Ad Maiora Media

Agenzia di stampa on line della Sardegna

 

 zacapa

una storia d'amore con un capitolo

sul giallo di Irene.


 

Istituto Bruno Leoni

Tocqueville

indice delle notizie

www.AgenziaDebiti.it/Proteggi-Beni

Legge 8 febbraio 1948, n. 47

 
 
giustiziami.it.

GIORNALI 
 
 dagospia  

 
 
Italiano 
English 
 
 
 
iRS  
 
 
 
 

 Liquida

Il Legno storto
Ansa
http://www.libero-news.it/
Il Foglio

Il Giornale

L'Opinione
LASTAMPA.it
ParmaDaily

 Lega Nord per l'indipendenza della Padania ...

La Padania - Lega Nord

Il Corriere  
La Repubblica
blogroll
Radio Radicale
L'Unione Sarda
la Nuova Sardegna |
Il Sole 24 Ore
 

Il Fatto Quotidiano 

GrilloNews

“Timeo Danaos et dona ferentis”

(temo i greci anche quando portano doni)

 

 Ditzionàriu  

Rassegna Stampa - Provincia di Nuoro  

 *** N O N S O L O B A R O N I A ***  

Valle del Cedrino


compaesani:

 

BERNARDU ZIZI (Poeta dialettale Baroniese):

moda  a sa rundine (Inno alla Rondine)

  gruppo folk di Oroseitony 159.mov

Su Ballu Brincu - Gruppo Folk Santa Maria del Mare

The new project begin

Tenore di Orosei

Gruppo Cambales di Irgoli 

Coro Su Nugoresu - Su bolu 'e s'astore

Procurad'e'moderare...Tenore di Neoneli

 

Non potho reposare

2005 - Dinghiridera - Maria Luisa

Procurade e moderare

La novena

Badde lontana  

IL METEO.IT | Meteo e previsioni del tempo

www.ilmeteo.it/


In questa pagina

Meteo PrevisioniCagliari
+13
+23
Nuvoloso
Nuoro
+9
+22
Coperto Pioggia
Oristano
+15
+25
Nuvoloso
Sassari
+13
+24
Coperto
 
 

    El Mundo 
Istituto Bruno Leoni
liberoblog
 

CERCA